Archivio mensile:Gennaio 2019

Storia di faide tolkieniane

Colpi d’ascia, spadate, frecce avvelenate. Tutto metaforico, s’intende, ma è quello che sta accadendo nel mondo tolkieniano italiano: insulti, querele, minacce, convegni e contro convegni. Sentieri Tolkieniani, associazione pacifica e decisamente hobbitesca, sta a vedere quel che succede, ma vuole anche capire. Per farlo la Redazione ha intervistato Paolo Gulisano, saggista, scrittore, esperto riconosciuto di Tolkien, nonché collaboratore, testimonial e soprattutto amico di Sentieri Tolkieniani. 

Continua a leggere

Paolo Gulisano ci racconta “L’incredibile viaggio”

Paolo Gulisano è un autore eclettico e poliedrico. La sua produzione è prevalentemente di tipo saggistico: volumi su autori della Letteratura del fantastico come Tolkien (del quale è uno dei maggiori esperti), C.S. Lewis, Mary Shelley, e poi volumi sulla storia della Scozia, dell’Irlanda, testi su Melville, Barrie, Newman,Chesterton… Paolo tuttavia da anni si cimenta anche con la narrativa: Dopo un romanzo di fantastoria (Il destino di Padre Brown) e uno – il prodigio di Lisbona- in cui gioca con la storia vera romanzandola, il nostro finalmente ha scritto egli stesso un romanzo fantastico, un po’ Steam Punk, un po’ Fantasy, un po’ Science Fiction con un pizzico di distopia. Ne è venuto fuori questo I Crononauti e l’incredibile viaggio. (Elledici, euro 9,90). La Redazione di Riscossa Cristiana ha incontrato Gulisano (che di Riscossa è una delle firme) per una chiacchierata sul suo nuovo libro.

Continua a leggere

Il Codice Wagner

La Storia è piena di enigmi, misteri insoluti che a volte interrogano beffardi l’umanità da secoli: il Sacro Graal, la Lancia di Longino, le profezie… Enigmi che intrigano e sfidano gli animi più inquieti. Questi misteri molto spesso hanno attirato l’attenzione degli esoteristi, i seguaci cioè di dottrine di carattere almeno in parte segreto o riservato. La verità occulta o i significati nascosti di tali dottrine sono accessibili solo ai cosiddetti iniziati, prevedendo spesso diversi gradi di iniziazione. Cavalieri Templari, Alchimisti, Rosacrociani, Antroposofi, fino ai Massoni: tutti alla ricerca di una illuminazione interiore, di una via di conoscenza superiore, almeno secondo le cronache e più spesso le leggende che li riguardano.

Continua a leggere

Immortale odium, alle origini della cristianofobia

La lettura del romanzo di Rino Cammilleri rivelerà quando, dove e come è cominciata l’autentica guerra contro il cattolicesimo. Una guerra intensificatasi molto tempo fa, e che vide uno dei suoi principali campi di battaglia proprio in Italia, proprio a Roma – il cuore della cristianità – nel corso dell’Ottocento.

Continua a leggere

Il Patto sulla Scienza sa di “pacco” Scientista

La Scienza di cui si parla nel Patto a cui hanno aderito Grillo e Renzi sembra un Moloch, una divinità assoluta. Un linguaggio che ci riporta indietro di duecento anni, allo Scientismo con i suoi assoluti fideistici. Servirà per ribadire cosa dice la l’embriologia sul feto o la tossicologia sulle droghe leggere? Ovviamente no. In realtà sappiamo già che questo Appello avrà la finalità di ribadire la coercizione vaccinale.

Continua a leggere

Tin Tin, reporter intrepido dal ciuffo umano

10 gennaio 1929: su Le petit Vingtième, supplemento settimanale per ragazzi del quotidiano belga cattolico-conservatore Le Vingtième Siècle appare per la prima volta un fumetto destinato ad avere un enorme successo: Tintin. Tra i personaggi del mondo dei fumetti, Tintin, uscito novant’anni fa dalla matita geniale del disegnatore belga Georges Prosper Remi, in arte Hergé , è indubbiamente uno dei più solari e simpatici. Coraggioso, leale, sorridente, magari a volte buffo, a volte fragile, fallibile. Umano, molto umano. Un umano però sempre limpido, integerrimo moralmente, privo di ambiguità o lati oscuri.

Continua a leggere

Gli affari del Grande Vaccinatore: è ora di vederci chiaro

In una intervista il dimissionario presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Gualtiero Ricciardi, accusa il ministro Salvini di posizioni antiscientifiche solo per aver sostenuto la libertà vaccinale, ma evita di raccontare i suoi legami con le case farmaceutiche produttrici di vaccini e con il Pd, che gettano un’ombra inquietante su certe politiche vaccinali e sugli affari che si muovono in questo mondo.

Continua a leggere

3 Gennaio 1892: l’inizio di una storia

The late British author J. R. R. Tolkien pictured in Oxford, 1972.

3 gennaio 1892: a Bloemfontein, Stato Libero d’Orange, nel Sudafrica allora conteso tra britannici e boeri di origine olandese, nasceva John Ronald Reuel Tolkien. Oggi dunque festeggiamo i 127 anni dalla nascita del nostro grande amico, del nostro maestro, del nostro scrittore preferito, con tutto il rispetto per tutti gli altri autori che leggiamo e amiamo. 

Continua a leggere

“Campioni del Rosario”

Padre Donald Calloway è un sacerdote americano. Appartiene a quella Chiesa negli Stati Uniti così provata dal diffondersi in essa di un diffuso pensiero non-cattolico  dal diffondersi di perversioni sessuali tra i suoi presbiteri, vescovi e financo cardinali. Padre Calloway tuttavia non ha conosciuto gli orrori dei Seminari di Mc Carrick e soci, ma altri abissi. Da giovane il ragazzo del West Virginia (County Mama, ovviamente) finì nella trappola della droga, e dei furti per procurarsi i soldi per acquistarla. Così finì anche in galera. Prima ancora, da bambino, aveva conosciuto la separazione dei genitori, l’essere sballottato tra le sue “famiglie allargate”.

Continua a leggere

Sant’Aelredo (Etelredo) di Rievaulx Abate

Aelredo di Rievaulx è un santo inglese del XII secolo. Appartiene alla grande stagione cistercense, l’Ordine religioso fonato da due francesi e un inglese e poi fatto divampare dalla Grazia che aveva abbondato in san Bernardo di Chiaravalle. Citeaux (in latino Cistercium, da cui il nome dell’Ordine) era stata fondata nel 1098 da tre monaci con l’intento di ristabilire l’obbedienza alla Regola benedettina nella sua integrità. Due di essi come detto erano locali,  Alberico e Roberto di Molesmes, mentre il terzo, Stefano Harding, era inglese.

Continua a leggere