Archivi categoria: G.K. Chesterton

Marcia per la Vita. Cronache di un evento

con Gianna Molla

con Gianna Molla

con il card. Burke

con il card. Burke

La Marcia nazionale per la Vita è il più importante evento del mondo pro life italiano. Un evento che coinvolge tutte le associazioni, i movimenti, i gruppi, che dicono sì alla vita senza compromessi.

Mentre ero in piazza Bocca della Verità, prima che la Marcia partisse, ho osservato con stupore, quasi con commozione, quel popolo della vita. Quei tanti giovani, con il loro entusiasmo semplice e contagioso. Quei sacerdoti, pronti anche a confessare chi avesse voluto accostarsi al Sacramento della Riconciliazione.

Quelle famiglie numerose, quelle comunità in rappresentanza di Paesi dalla storia di fede significativa: la Polonia, la Lituania, l’Austria, l’Irlanda, e altri ancora. Ho ritrovato tanti amici, vecchi e nuovi.

Continua a leggere

Dizionario della fede – “C” come Confessione

Opened book with flying lettersOvvero il riconoscimento e la lode della santità di Dio e della sua misericordia verso l’uomo

Confessione: per la Chiesa uno dei più importanti Sacramenti, ovvero quegli aiuti della Grazia che sostengono l’umanità nel suo cammino verso Dio. Questo sacramento viene chiamato anche della Penitenza, perché coloro che lo ricevono ottengono dalla misericordia di Dio il perdono delle offese fatte a lui e insieme si riconciliano con la Chiesa, alla quale hanno inflitto una ferita col peccato e che coopera alla loro conversione con la carità, l’esempio e la preghiera. È chiamato anche sacramento della Conversione poiché realizza sacramentalmente l’appello di Gesù alla conversione, il cammino di ritorno al Padre da cui ci si è allontanati con il peccato.

Continua a leggere

Padre Brown a fumetti

padre brown a fumettiNel Paese del Don Matteo di Terence Hill (nato proprio come remake del Padre Brown di Renato Rascel, poi “localizzatosi” nella campagna umbra con l’ex interprete del remake di Don Camillo…) poteva sembrare quasi pleonastico presentare un’altra versione a fumetti del celebre sacerdote-detective creato da Gilbert Keith Chesterton, dopo quella capolavoro di Renata Gelardini e Lino Landolfi apparsa su il Giornalino nel 1981-82.

Eppure il numero zero uscito in sole 500 copie già alla fiera Lucca Comics & Games di due anni fa, con l’episodio “Il giardino segreto” firmato da Davide Barzi e Werner Maresta, gli studi dei personaggi di Roberto “Dakar” Meli e alcune vignette poi scartate di Maresta, più una sua splendida copertina, facevano ben sperare.

Continua a leggere

ELISABETTA A ROMA/ Se Chesterton si mette tra papa Francesco e la regina

Fotolia Elisabetta IIElisabetta II d’Inghilterra nella sua lunga vita ha avuto occasione di incontrare ben cinque papi. Una circostanza singolare per colei che oltre che essere sovrana del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, è anche capo della Chiesa d’Inghilterra, nata quasi cinque secoli orsono dal drammatico scisma di Enrico VIII che diede inizio ad una lunghissima stagione di persecuzione dei cattolici in quella che era stata per tutto il Medioevo la perla della Cristianità.

Nel corso del suo regno, Elisabetta ha visto per ben due volte l’arrivo di un papa sul suolo britannico: nel 1982 con Giovanni Paolo II e nel 2009 con Benedetto XVI che si recò personalmente a beatificare il grande John Henry Newman. Due viaggi che erano stati oggetto di attese catastrofiche: papa Ratzinger andò in Scozia e in Inghilterra mentre le polemiche sulla pedofilia del clero erano ai loro massimi livelli. Il papa della mitezza incantò gli inglesi, utilizzando il metodo di Newman a lui tanto caro: fede e ragionevolezza, e un cuore capace di parlare ad altri cuori.

Continua a leggere

Ce n’è per tutti i gusti!

Fotolia_gustiGli appuntamenti con Paolo Gulisano per questo fine settimana:

venerdì 4 aprile alle 21 presso il Museo Diocesano di Terni conferenza dal titolo “Gilbert Keith Chesterton. L’avventura umana e letteraria di un uomo vivo”.

sabato 5 aprile alle 18 presso il Finnegan Pub di Roma pinta letteraria dal titolo “Scozia: le pietre che cantano” con Diletta Nicastro e con Donatella Cerboni come moderatrice.

domenica 6 aprile alle 20.45 presso il Castello di Osasco (TO) Le domeniche di Tolkien “Sessant’anni di Frodo” con l’associazione Sentieri Tolkieniani. La serata sarà trasmessa su Radio Brea in diretta streaming.

Per avere più informazioni sugli appuntamenti cliccare su Eventi

SCOZIA: LE PIETRE CHE CANTANO

LOCANDINA DEF 1

Pinta letteraria con Paolo Gulisano e Diletta Nicastro

Storie di impavidi eroi, cardi che non si piegano, monoliti millenari

Sabato 5 aprile alle ore 18, gli autori Paolo Gulisano e Diletta Nicastro saranno ospiti del Pub Finnegan a Roma – via Leonina n.66 – per parlare della comune passione per la Scozia e il mondo celtico, presentando i loro libri “Il Cardo e la Croce – la Scozia, una storia di fede  e libertà ” e “Il Tesoro di Skara Brae” (secondo incarico della saga “Il Mondo di Mauro & Lisi”). Infine non potrà mancare un richiamo al Celtic e ai forti legami che uniscono Scozia ed Irlanda.Modera l’incontro la critica letteraria Donatella Cerboni.
Paolo Gulisano introdurrà la storia della Scozia nelle sue fasi salienti, dal suo passato celtico ed animato dalle gesta di santi e guerrieri che lasciarono il segno nell’immaginario simbolico degli highlander, passando dalle vicende complesse della Riforma protestante e delle appassionate lotte di indipendenza dell’epoca giacobita, fino al lento percorso verso la riconquista della coscienza di sé (influenzata positivamente dal Distributivismo di Chesterton) culminata nel referendum per l’autonomia celebratosi nel 1997.
Diletta Nicastro, grazie al linguaggio letterario del racconto, guiderà i partecipanti nei meandri del cuore neolitico delle Orcadi, e in particolare a Skara Brae, dove una forte tempesta rischia di danneggiare le fondamenta del sito neolitico patrimonio Unesco. Una squadra composta da Mauro Cavalieri, la sorella e inseparabile compagna d’avventure Lisi, il ragazzo verde Kieran, la bio-ecologa Pernilla e il geologo Matthias Antar sarà chiamata ad indagare sui misteri che si celano nel sito archeologico, all’ombra di monoliti millenari che vegliano su tesori molto più preziosi dell’oro e dell’argento.
http://www.ilmondodimauroelisi.it/

LETTURE/ Che cosa unisce Blair, Renzi, Peppone e Padre Brown

Quel cristiano di GuareschiI paragoni tra Matteo Renzi e Tony Blair in questi giorni si stanno sprecando. Quante similitudini tra il sindaco di Firenze (non a caso la città italiana più amata oltre Manica) e il Premier che fondò il New Labour. Similitudini più di immagine che di sostanza, peraltro. Due leaders arrivati giovani al vertice politico dei rispettivi paesi, progressisti ma non massimalisti, dinamici, pragmatici. Tutto vero, ma un giudizio più approfondito può venire dal confronto fra i retro terra culturali dei due, e magari anche religiosi.

Di Blair è noto il cammino spirituale che lo portò, dopo lunga riflessione, a convertirsi al Cattolicesimo, una volta lasciato il numero 10 di Downing Street. L’avesse fatto mentre era in carica, l’avvenimento avrebbe suscitato un notevole scalpore, e anche una situazione imbarazzante per la Gran Bretagna, le cui leggi ancora oggi, a secoli di distanza dallo strappo di Enrico VIII e dalle leggi persecutorie di Elisabetta I, proibiscono che un cattolico possa essere Primo Ministro. In tempi di trionfo del Politically correct, un anacronismo assurdo, discriminatorio e spaventoso.

Continua a leggere

First Things: “Chesterton’s pursuit of holiness”

Il mensile americano First Things, il più influente giornale americano di religione e vita pubblica, ha citato Paolo Gulisano nell’articolo “Chesterton’s pursuit of holiness” scritto da William Doino jr.  Ecco il brano dell’articolo:

[…]Chesterton’s charity, humility, and passionate love for truth have also been highlighted by Italian scholar Paolo Gulisano, and in a recent anthology, The Holiness of G.K. Chesterton.. […]

[…]La carità, l’umiltà e l’amore appassionato per la verità sono state anche sottolineate dallo studioso italiano Paolo Gulisano e in una recente antologia, La Santità di G.K. Chesterton. […]

http://www.firstthings.com/web-exclusives/2014/02/chestertons-pursuit-of-holiness

Gilbert Keith Chesterton: l’avventura di un uomo vivo – 7 dicembre 2013

Conferenza dal titolo: “Gilbert Keith Chesterton: l’avventura di un uomo vivo”

con Paolo Gulisano sabato 7 dicembre 2013 alle ore 21

Casa del Giovane
Via Fredda, 9
Turbigo (MI)

 http://inbinda.it/archives/ai1ec_event/1614?instance_id=33

HILAIRE BELLOC/ Il “lungo viaggio” del grande amico di Chesterton

Chesterton e BellocSessant’anni fa, nell’estate del 1953, si spegneva in Inghilterra Hilaire Belloc, uno dei più importanti intellettuali cattolici del Novecento. Fu il migliore amico di Gilbert Keith Chesterton, e contribuì in modo determinante alla sua conversione al Cattolicesimo. Purtroppo ancora non molto noto in Italia e poco tradotto, fu invece molto conosciuto e apprezzato in Inghilterra e Francia (era di padre francese e madre inglese); fu definito “la mente più versatile e brillante del cattolicesimo inglese”. Fu discepolo del Cardinal Newman, di cui ereditò la trasparenza dello spirito e la chiarezza della prosa.

Se la notorietà di Chesterton ha resistito agli anni, altrettanto purtroppo non si può dire del suo grande amico e sodale di tante battaglie Hilaire Belloc. Eppure non furono pochi i critici e anche i lettori che ritennero Belloc superiore a Chesterton per lo meno dal punto di vista stilistico. Anch’egli come l’amico Gilbert fu un eclettico, anche se la sua arte rimaneva ancorata alla solida e rigorosa preparazione che aveva ricevuto ad Oxford: fu giornalista, saggista, storico, apologeta cristiano ma anche politico, venendo eletto due volte al Parlamento di Londra.

Continua a leggere