Archivi categoria: Libri di Paolo Gulisano

Indagine su Sherlock Holmes – Fantasy Magazine

Da Ares Editori un nuovo saggio sul segugio di Baker Street

Paolo Gulisano ci offre un nuovo testo dedicato al detective più famoso del mondo. Il libro, uscito da fine settembre, si intitola Indagine su Sherlock Holmes. Lettura scorrevole e piacevole allo stesso tempo, prende in considerazione il tema affrontandolo in 14 capitoli ben strutturati.

Continua a leggere

SHERLOCK HOLMES È UN DEPRESSO

“SHERLOCK HOLMES È UN DEPRESSO, FUGGE IL MALE OSCURO CHE LACERA LA SUA ANIMA… E CONAN DOYLE CREDEVA NELLE FATE”

Pangea News

Fui edotto all’arte dell’eredità da Roberto Barbolini. Tra i suoi talenti, infatti, c’è quella di scrivere racconti apocrifi che hanno per protagonista Sherlock Holmes. Alcuni sono editi da grandi editori, uno l’ho maneggiato qualche anno fa in una raccolta, Sade in drogheria, edita da Guaraldi: Un walser per Sherlock Holmes ipotizza l’incontro fatale tra il grande detective e Robert Walser.

Continua a leggere

Indagine su Sherlock Holmes – il video

Presentazione del nuovo libro di Paolo Gulisano “Indagine su Sherlock Holmes”, che ci mette sulle tracce di uno dei più famosi investigatori. Un viaggio nel mondo creato da Arthur Conan Doyle alla scoperta di un personaggio rivisitato dal cinema e dalla letteratura ma è anche la biografia di un uomo che avrebbe voluto ottenere la fama e la gloria per mezzo dei romanzi storici, e che invece finì per reinventare e rendere opera d’arte il romanzo giallo. Con Paolo Gulisano e Silvia Stucchi

“Indagine su Sherlock Holmes”: Paolo Gulisano incontra Arthur Conan Doyle

“Indagine su Sherlock Holmes”: Paolo Gulisano incontra Arthur Conan Doyle

Potrebbe sembrare ingeneroso definire lo scrittore scozzese Arthur Conan Doyle un magnifico fallito, eppure Sherlock Holmes fu, in fondo, l’unica cosa che gli riuscì davvero bene in una vita di costanti delusioni e di occasioni mancate.

Continua a leggere

A Terza pagina “Indagine su Sherlock Holmes”

Questa settimana Edizioni Ares esce con un’indagine su Sherlock Holmes, il più celebre investigatore di tutti i tempi: è a cura di Paolo Gulisano, al terzo libro dopo Là dove non c’è tenebra – Storie di amicizia tra scrittori e Chesterton – La sostanza della fede (scritto con Daniele De Rosa). Il libro è insieme una biografia di Conan Doyle, una riflessione sui motivi del successo (sia sulla carta stampata sia al cinema e in tv) di Holmes e della sua insostituibile «spalla» Watson, ma anche un affresco dell’ultimo scorcio dell’Inghilterra vittoriana. Per un invito alla lettura del libro, c’è questo bel servizio di Saverio Simonelli per Tv 2000 con l’intervista a Paolo Gulisano.

Novità in libreria: Indagine su Sherlock Holmes

Edizioni Ares

Paolo Gulisano
Indagine su Sherlock Holmes

Collana «Profili»
pp. 200 – € 14

Tutti i segreti sul più grande detective di tutti i tempi & sulla sua appassionante ricerca della verità

Sherlock Holmes è un personaggio più vivo che mai, continuamente rivisitato dal cinema e dalla letteratura: è il più grande investigatore di tutti i tempi e da 130 anni continua a risolvere nuovi casi.

Continua a leggere

Tornerà come la Spagnola? È la propaganda della paura

La propaganda della paura usa il fantasma della Spagnola per sostenere la seconda ondata di Covid. È un’irrazionalità, che raffigura il virus come una forza della natura fuori dal nostro controllo. Il concetto di “seconda ondata” in epidemiologia è imperfetto. Più interessante sarebbe studiare il virus ora che si “nasconde” negli animali-serbatoio e poterlo così eradicare. 

Continua a leggere

Il libro di Gulisano sulle pandemie sfata molti miti

Questo libro, oggi riaggiornato dall’Autore, ripercorre la lunga battaglia che l’uomo combatte da secoli contro le malattie contagiose, le pesti di ieri e i virus misteriosi di oggi, compreso il Coronavirus. Nell’Occidente contemporaneo la mortalità dovuta a malattie infettive, ossia trasmissibili, è percentualmente inferiore all’uno per cento. Di fatto si muore per malattie cronico-degenerative, come i disturbi cardiocircolatori, le malattie respiratorie, i tumori. Eppure nessun dato sulla mortalità da tumori, da infarti, da ischemie cerebrali o da incidenti del traffico è in grado di determinare il panico collettivo suscitato dalla malattia infettiva, un “nemico invisibile” che non si vede, che non si conosce. Paure arcaiche, quasi sepolte nell’inconscio, ma che oggi vengono risvegliate e manipolate dai media.

Continua a leggere