Archivi tag: Gran Bretagna

SCENARIO UK/ Il conservatorismo “debole” di Teresa May cambia le sorti di Irlanda e Scozia

Il miglior commento alle elezioni politiche generali tenutesi nel Regno Unito è venuto da un deputato scozzese, Alistair Carmichael, che ha detto: “Il popolo si è pronunciato. Tuttavia non si è capito bene cosa abbia detto”.

La consultazione politica voluta da Theresa May per poter lavorare tranquillamente alla Brexit nel corso dei prossimi anni, hanno portato ad un esito che vede la Gran Bretagna tornare dopo molto tempo ad una dura radicalizzazioni delle posizioni politiche. Si può dire che questa tornata elettorale resterà nella storia per aver seppellito definitivamente il blairismo, la sinistra-chic del New Labour, che ha terminato definitivamente il suo corso. Allo stesso tempo è finito il conservatorismo buonista, piacione e ambiguo alla Cameron, la cui politica di compromessi, di colpi al cerchio e alla botte, è stata anch’essa affossata dalle urne.

Continua a leggere

Britannia Fidelis

Conferenza dal titolo ” Britannia Fidelis – Il cattolicesimo delle Isole Britanniche” con il Dottor Paolo Gullisano il 23/03/17 alle ore 21.00 in Via Lentasio, 9 Milano (Centro, M3 Missori e 50 metri dalla Basilica di San Nazaro).

Lo scorso 20 febbraio, l’arcivescovo di Westminster e presidente della Conferenza episcopale di Inghilterra e Galles, cardinale Vincent Gerard Nichols, in occasione del pellegrinaggio nazionale della statua della Madonna di Fátima, ha consacrato l’Inghilterra e il Galles al Cuore immacolato di Maria. La consacrazione è avvenuta al termine della messa celebrata nella cattedrale di Westminster, a Londra.
Di solito, consideriamo la Gran Bretagna un paese massicciamente protestante, dimenticando non solo che i regni che la formano sono nati cattolici e tali sono rimasti per un millennio, ma anche l’attuale dinamismo della Fede cattolica. Vari membri della Famiglia Reale, tra cui i Duchi e i Principi di Kent, si sono convertiti al cattolicesimo. Nel 2013, due principi cattolici — i figli di Lord Nicholas Windsor — sono stati inclusi nell’elenco di Successione al Trono. Qual è la situazione del cattolicesimo nelle Isole Britanniche?

Come di consueto un momento conviviale seguirà la conferenza. 

Re Artù, la storia, la leggenda, il mistero

Cop Re Artù.inddPaolo Gulisano presenta il suo libro: “Re Artù, la storia, la leggenda, il mistero”.

Ci saranno intermezzi musicali di arpa medievale di Anima Keltia. Presso la libreria L’Isola del Tesoro di Fede & Cultura a Verona.

Tra storia e leggenda, il sovrano più famoso di tutti i tempi che ha incarnato l’ideale cavalleresco dal Medioevo ai nostri giorni.

Magna Carta/ 800 anni fa la creazione del documento

Magna ChartaMAGNA CARTA, GLI 800 ANNI DEL DOCUMENTO: L’ANALISI DELL’ESPERTO – Sono passati precisamente 800 anni dalla creazione della Magna Carta, il documento che sanciva la storica concessione di re Giovanni “Senza Terra”, sovrano d’Inghilterra, di alcune libertà e diritti giuridici ai baroni inglesi che lo pressavano per l’eccessiva tassazione e per i soprusi operati dal regno su tutti i corpi intermedi, Chiesa compresa. Intervistato da ilsussidiario.net, Paolo Gulisano esperto e storico della cultura anglosassone, aiuta a comprendere i motivi per cui nei secoli successivi alcuni degli articoli della Magna Charta non furono presi in considerazione, nonostante l’enorme modello normativo che fu questo straordinario documento. «Sia con Enrico VIII che con Elisabetta I gli articoli ad esempio sulla libertà religiosa furono del tutto obliati e questo avvenne per l’unico vero limite grosso della Carta: non essendo una vera costituzione è diventato fin da subito un documento dalla valenza storica incredibile ma rimanendo altamente interpretabile». È certo che la Charta ha assunto e assume tuttora, a 800 anni di distanza, un’importanza normativa che ha fatto giurisprudenza per tutte le successive carte dei diritti, ma nella storia della cultura giuridica anglosassone è rimasta sempre un modello interpretativo più che una vera e propria costituzione, «è una non-costituzione» chiosa Gulisano.

Continua a leggere

ELEZIONI UK/ La Scozia “rovina” la festa a Cameron

A United Kingdom, British Flag on an Old Grunge Brick WallLe elezioni generali britanniche svoltesi ieri non sono di quelle che passano alla storia, come quelle che a suo tempo videro l’irresistibile ascesa di Margaret Tatcher o di Tony Blair: l’esito delle urne vede anzitutto una vittoria dei Conservatori, che tuttavia non raggiungono la maggioranza assoluta, e per governare avranno ancora bisogno dei voti dei Liberal Democratici di Clegg che tuttavia hanno subito una pesantissima emorragia di consensi, un vero e proprio travaso di voti che è andato a vantaggio degli stessi Conservatori. La maggioranza che ha governato negli scorsi anni c’è ancora, e Cameron può proseguire il suo lavoro. Stabilità e continuità, dunque, ma solo in apparenza. Dal voto di ieri emerge un quadro politico in fermentazione, e che nei prossimi anni potrebbe vedere sviluppi molto interessanti. Si è detto dei Lib Dem, un partito da sempre moderatamente progressista, i cui elettori evidentemente si sono radicalizzati, rivolgendosi verso Cameron i più moderati e verso i Laburisti i più socialmente sensibili.

Continua a leggere

“ANGLICANA ECCLESIA LIBERA SIT”

IL CENTRO CULTURALE CATTOLICO “BENEDETTO XVI” – MONZA PRESENTA

Conferenza di Storia Inglese

“ ANGLICANA ECCLESIA LIBERA SIT”
– dalla Magna Charta ad Elisabetta Tudor La Grande –

RELATORE:
Prof.ssa ELISABETTA SALA, Ordinaria di Lingua e Letteratura Inglese nei Licei Statali.

INTERVIENE:
Dott.PAOLO GULISANO, Studioso di Letteratura Inglese, Saggista e Scrittore

CONDUCE:
Acc. MANUEL VIGANO’, Accademico Associato dell’Accademia Tiberina di Roma e Presidente del Centro Culturale ”Benedetto XVI” in Monza.

Figli con tre genitori: quando lo scienziato gioca a fare Dio

fecondazione artificialePer i nuovi prometei non si tratta più di conoscere l’uomo, ma di ricostruirlo, reinventarlo, anche se l’esito può essere mostruoso

E’ possibile disporre totalmente della vita umana? Quali sono i limiti degli interventi delle tecnologie biomediche? Il dibattito sulla fecondazione artificiale, se non addirittura la clonazione, è sempre vivo e vivace, in particolare nel momento in cui il Parlamento Britannico, come accade in questi giorni, decide di legalizzare un’innovativa tecnica di manipolazione genetica che è la cosiddetta “donazione mitocondriale”. La stampa l’ha presentata come “un figlio che nasce da tre genitori”. Le cose, semplificando, stanno esattamente così. Si prende del materiale genetico di un uomo e di due donne, una delle quali portatrice di difetti genetici, e in vitro si riesce a produrre un embrione che di fatto ha tre genitori. Si tratta di una tecnica sperimentata proprio in Inghilterra, nell’Università di Newcastle, e che lascia perplessi moltissimi scienziati, tant’è che negli Stati Uniti è stata proibita. Si teme infatti che le persone nate con questa tecnica, e che possono essere definiti “esseri umani geneticamente modificati”, possano avere malattie, possano avere più facilmente malattie neoplastiche e così via. Il Parlamento Britannico, con in testa il premier Cameron, ha tuttavia voluto questa legge pionieristica e spregiudicata, esito della cultura dominante intrisa di liberalismo e emotivismo etico: come si fa a negare un figlio sano a dei genitori che lo desiderano?

Continua a leggere

“Il Padrone del Mondo”

IL CENTRO CULTURALE CATTOLICO “BENEDETTO XVI” – MONZA organizza:

Conferenza di letteratura inglese dal titolo: ” IL PADRONE DEL MONDO” di Robert H. Benson. il libro preferito da Papa Francesco: tra Utopia e Profezia

Relatore: Prof. LUCA FUMAGALLI, Docente e Saggista

Interventi introduttivi:

Dott. PAOLO GULISANO, Studioso di Letteratura Inglese, Scrittore e Saggista

Prof. ANDREA SCIFFO, Docente, Poeta e Saggista

Conduce: Acc. MANUEL VIGANO’, Accademico Associato Accademia Tiberina-Roma e Presidente del Centro Culturale”Benedetto XVI”-Monza

 

Conversione e missione di Robert Hugh Benson

Giornale del Popolo – Quotidiano della Svizzera italiana

Domenica 7 dicembre 2014

Lo scrittore e sacerdote ricordato a cent’anni dalla morte.

bensonr400

Robert Hugh Benson, nato il 18 novembre 1871 e morto il 19 ottobre 1914.

Cento anni fa moriva a Salford, presso Manchester, Robert Hugh Benson, una delle figure più straordinarie dell’Inghilterra di fine ‘800 e di inizio ‘900, un convertito che aveva seguito le orme del cardinale Newman ed era approdato all’antica Fede dei padri che la Britannia un tempo fidelis, un tempo perla della Cristianità Medievale, aveva abbandonato e perseguitato con sistematica ferocia.

Continua a leggere