Archivi tag: J. R. R. Tolkien

Tolkien e Guareschi: l’esigenza di realtà nella letteratura

Giovedì 6 Dicembre alle ore 17:30, in aula STO3 (secondo piano di Palazzo Luzzato Dina), via del Vescovado 30, si terrà un incontro organizzato dai rappresentanti di Ateneo Studenti dal titolo:

“Tolkien e Guareschi: l’esigenza di realtà nella letteratura”.

Invitato ad affrontare il tema è lo scrittore Paolo Gulisano, esperto di entrambi gli autori, riconosciuto sia in Italia che all’estero. Cosa hanno in comune due degli autori più amati e letti del Novecento? Come e quanto pesa sulle loro opere la realtà concreta e la quotidianità? Queste e altre le domande che hanno spinto uno studente di Storia e uno di Ingegneria Chimica e dei Materiali a invitare Gulisano a Padova.

Nell’opera mai terminata da Tolkien il peccato che infrange l’ordine di Dio

Il 2 settembre del 1973 si spegneva a Bournemouth, sulle coste meridionali dell’Inghilterra, John Ronald Tolkien, l’autore del Signore degli Anelli. Questa ricorrenza viene celebrata con l’uscita in Gran Bretagna e negli Stati Uniti con la pubblicazione curata dal figlio Christopher di The Fall of Gondolin, una nuova versione della storia raccontata nel volume Il Silmarillion, il libro cui Tolkien lavorò per tutta la sua vita e che non riuscì a portare a termine, e che venne edito postumo.

Molta della tragica bellezza, della maestosità, della solennità contenute nei cicli del Silmarillion si era già riversata abbondantemente nella grande epica da lui da sempre sognata, Il Signore degli Anelli.

Continua a leggere

La festa delle fate – sabato 23

Da venerdì 22 a domenica 24 giugno 2018 torna la Festa delle Fate a Garda, l’evento dedicato al mondo “fantasy” sul meraviglioso Lungolago Regina Adelaide.

Paolo Gulisano sarà presente:

Sabato 23 giugno 2018

h. 19.45 L’Imram di Tolkien, presentazione di Paolo Gulisano (Sorgente delle Muse);

Domenica 24 giugno 2018

h. 18.00 La forza sia con voi: storia, simboli e i significati della saga di Star Wars. Racconta Paolo Gulisano (Sorgente delle Muse).

C’è un drago nel Regno!

Favolare: il Festival del Fantasy
Il 27 maggio 2018 al Castello di Piovera si svolgerà l’evento Favolare organizzato da Contea del Falcone e Castello di Piovera. Il Castello in questa domenica si trasforma in uno scenario fatto di favole e fantascienza, dove sia bambini che adulti possono rivivere la magia dei loro film preferiti. Il castello sarà diviso in aree tematiche: i visitatori potranno prendere fare un tuffo nel passato all’epoca di re Artù, prendere un the con Alice e il Cappellaio Matto (da Alice nel paese delle Meraviglie), imparare a volare su una scopa o fare acquisti a Diagon Alley (dal magico mondo di Harry Potter), addentrarsi nella terra di Mordor (da Il signore degli Anelli) o imparare ad utilizzare una spada laser (da Star Wars) e molto altro ancora.

Paolo Gulisano sarà presente:

alle ore 14.30 con la conferenza C’è un drago nel Regno! 

alle ore 16:30 “A tu per tu con Tolkien” (faccia a faccia) – Paolo Gulisano e Gianluca Comastri

 

“Hobbitologia- 10 sfaccettature per leggere Lo Hobbit”

All’interno della manifestazione “Un viaggio nella Terra di Mezzo” presso il castello Sforzesco di Galliate,  il 13 Maggio ci sarà la conferenza “Hobbitologia- 10 sfaccettature per leggere Lo Hobbit” a cura di Marina Lenti e Paolo Gulisano. L’Intervento si terrà presso la Sala Consiliare del Castello Visconteo Sforzesco di Galliate alle ore 17.00.

La curatrice Marina Lenti, già autrice di “Potterologia”, affiancata da Paolo Gulisano, proporrà una nuova antologia di saggi brevi riguardanti “Lo Hobbit”, il primo romanzo tolkieniano, tornato recentemente in auge con la trilogia diretta da Peter Jackson. Il romanzo d’esordio di J.R.R. Tolkien verrà analizzato da diverse angolazioni da un dream team di esperti del genere Fantastico.

 

Tolkien e il ritorno dell’epica

L’ Associazione Culturale Sentieri Tolkieniani ha deciso di organizzare questo incontro con la collaborazione del Campus Guest Lingotto il 7 Maggio 2018 con uno scopo ben preciso:
iniziare il gentile pubblico alla scoperta di questo mondo fantasy o mitologico (come sarebbe anche appropriato definire), creato dal Professor J.R.R. Tolkien. Tutto ciò sarà possibile grazie all’intervento da uno dei più grandi esperti italiani di letteratura fantasy, il dottor paolo Gulisano, medico, saggista e scrittore.

 

TOLKIEN E L’IRLANDA

John Ronald Reuel Tolkien e l’Irlanda: un binomio apparentemente curioso e strano. Per quanto spesso Tolkien venga messo in relazione col mondo celtico, sappiamo che le sue radici culturali affondavano nel terreno dell’Inghilterra pre-normanna, l’Inghilterra dei piccoli orgogliosi regni Sassoni. In Tolkien poi non c’era la minima quantità di sangue irlandese: egli era un autentico Englishman, un vero inglese delle Midlands, specialmente da parte materna, quella famiglia Suffield delle cui caratteristiche si sentiva pieno. La sua parte paterna poi, i Tolkien, erano originari della Germania, ed erano venuti in Inghilterra nel XVIII secolo in occasione dell’appropriazione indebita della Corona da parte della famiglia degli Hannover, che l’aveva strappata agli Stuart, scozzesi e cattolici. Per una certa ironia della sorte Tolkien, uno dei più grandi scrittori cattolici del ‘900, discendeva da severi protestanti tedeschi che avevano combattuto per la causa dell’imperialismo britannico di stampo protestante.

Continua a leggere

Chesterton e Tolkien: Affrontare il Mistero

Gilbert Keith Chesterton e John Ronal Ruel Tolkien: due giganti della Letteratura inglese del ‘900. Il primo, giornalista e scrittore, l’altro un professore di Oxford con la passione per le lingue inventate e mondi immaginari, come la Terra di Mezzo. Cosa li accomuna? Perché accostarli? 
L’arte intesa come indagine del Mistero, come attesa di una risposta al desiderio di Verità che è nel cuore dell’uomo. Chesterton lo descrive attraverso i suoi romanzi surreali, attraverso i suoi gialli, che sono una piccola, moderna epica della quotidianità, una quotidianità dove è presente il Mistero, appunto. 
“Gioia acuta come un dolore” dice Tolkien, presente nonostante le sconfitte e i fallimenti, poiché smentisce l’universale sconfitta finale, a dispetto delle molte apparenze contrarie evidenti nel tempo presente. La gioia conserva una traccia di quella strana qualità mitica della fiaba. 

Associazione La Contea di Messina