Archivi tag: Covid-19

Medici in prima linea (contro il Covid)

“Medici in prima linea (contro il Covid)”* sarà l’argomento del secondo incontro online, in
programma *mercoledì 12 ottobre*, con la partecipazione di *Paolo Gulisano*. Il terzo:
mercoledì 19 ottobre, “Fine vita e miglior interesse” con Luisella Scrosati. Moderatore: Riccardo Cascioli.
📌 Ti aspettiamo il prossimo mercoledì, ore 21:00, in diretta streaming sulla nostra pagina Facebook, sul canale YouTube di LA NUOVA BUSSOLA QUOTIDIANA, e anche sul sito www.lanuovabq.it. Un’occasione unica per interagire con i nostri autori.
📌 E ricorda: «Quello che abbiamo di più caro è Cristo» è il tema della Giornata della Bussola che si svolgerà il 29 ottobre prossimo, ancora presso la Comunità Shalom di Palazzolo sull’Oglio.
*Se vuoi iscriverti per partecipare alla GIORNATA DELLA BUSSOLA clicca qui*
https://lanuovabq.it/it/giornata-della-bussola-10-anni-dalla-parte-della-verita
https://www.facebook.com/lanuovabq

Nuova Zelanda, eutanasia per Covid? Il “no” dei pro life

Nel Paese guidato da Jacinda Ardern, dopo l’entrata in vigore dell’End of Life Choice Act è emerso il timore che la nuova legge possa applicarsi ai pazienti affetti da Covid o Long Covid. Il Ministero della Salute ha confermato che c’è questa possibilità. Ma i pro vita chiedono che si impedisca quest’altra deriva.

Continua a leggere

Il “pensiero unico” sul Covid arruola gli psichiatri

La repressione totalitaria del dissenso sembrava un ricordo del passato. Invece torna prepotentemente sulla “Rivista di Psichiatria”: chiunque osi avanzare dubbi sulla gestione della pandemia dovrebbe essere trattato da psicopatico. Ma si dimenticano le vere priorità: occuparsi di chi ha sofferto per le conseguenze del lockdown.

Continua a leggere

Ora basta con la salute come pretesto liberticida

La gestione del Covid da parte dei governi Conte II e Draghi – uniti dall’era Speranza – è stata disastrosa. Lockdown, protocolli di pseudo-cura, vaccinazioni imposte con metodi coercitivi, green pass perfino per lavorare. Il tutto demonizzando le cure precoci e i medici che le hanno attuate con risultati notevoli. Il nuovo Governo dovrà ricostruire la Sanità pubblica, senza ideologie.

Continua a leggere

Avanti a occhi bendati con la quarta dose

Non sappiamo neanche quanti richiami possa tollerare il nostro sistema immunitario, non ci sono studi su efficacia e rischi, nel frattempo le autorità procedono spedite per una campagna di quarte dosi di vaccino per creare anticorpi per virus che non ci sono più o sono mutati. 

Continua a leggere

Long Covid, miti e leggende di un’altra falsa emergenza

L’Istituto superiore della sanità mette in guardia dal Long Covid. Come? Spargendo come al solito terrore, evocando gli hacker russi e raccomandandosi di non prendere il Covid. Eppure studi recenti mostrano – ancora una volta – che i benefici del trattamento precoce del coronavirus con cortisone e antinfiammatori riducono efficacemente il rischio di avere i postumi. 

Continua a leggere

Ma guarda: anche i non vaccinati (se curati) guariscono

Il celebre teorema di Draghi, “non ti vaccini, ti ammali, muori”, trova l’ennesima smentita da uno studio scientifico italiano pubblicato sull’American Journal of Biomedical Science & Research: 966 pazienti, tutti non vaccinati e quasi tutti guariti con i classici FANS, tra i quali svetta l’indometacina. 

Continua a leggere

Comunione, proposte per il ritorno alla normalità

Finalmente la Cei apre a una prudente ripresa anche in Chiesa e alla Comunione sulla lingua, ma Milano ha già detto che continuerà a vietarla. Però la nota dei vescovi significa che i diritti dei fedeli devono essere rispettati. E per chi non si fida? Due proposte: una fila ad hoc per chi si comunica in bocca o creare due momenti distinti. Ma dal punto di vista medico non c’è mai stato rischio. 

Continua a leggere

Omicron non fa più paura, ma vogliono il vaccino universale

Omicron 2 non è la vendetta del Covid, ma un ulteriore passo indietro della sua letalità. I dati clinici, infatti, ci dicono che questa variante sembra colpire con i classici sintomi da virus intestinale. Niente polmoniti e niente terapie intensive, pazienti intubati e morti. Ma il guru americano della virologia Anthony Fauci coglie l’occasione della sua contagiosità per rilanciare un nuovo tipo di vaccino definito “universale”.

Continua a leggere