Archivi tag: Covid-19

Vaccini ai bambini senza il ‘sì’ dei genitori: la Svizzera ci prova

Mentre sulle riviste scientifiche crescono le voci contrarie alle vaccinazioni anti-Covid sui bambini, dalla Svizzera arriva la proposta di consentire la vaccinazione ai maggiori di 10 anni senza il consenso dei genitori. Così il Covid diventa un pretesto per colpire la famiglia. 

Continua a leggere

“Rinasceremo con le cure”

Il gruppo ConsapevolMenti, in collaborazione con Comitato liberi cittadini Milano e il supporto dello staff di Soprattutto Liberi di Varese, presenta il 4° appuntamento di “Rinasceremo con le cure”, serie di conferenze a cielo aperto in diverse città sulle cure domiciliari anti Covid 19 e sulla prevenzione per capire insieme come mantenere in salute il nostro corpo.

L’appuntamento è a Lecco venerdì 11 Giugno alle ore 17, in piazza Cermenati. Relatori: i medici Dott. Paolo Gulisano, Prof.Andrea Stramezzi, Dott. Andrea Mangiagalli e la biologa nutrizionista Dott.ssa Anna Agnusdei.

 

Non è certo che i vaccini interrompano la trasmissione del virus

Gli studi sull’effetto dei vaccini sulla popolazione non sono completi. Vengono omessi dei dati fondamentali sulla riduzione assoluta del rischio. Per ora non c’è evidenza scientifica che questi vaccini interrompano la catena di trasmissione. Quindi perché continuare la campagna di comunicazione per far vaccinare anche le categorie a basso rischio?

Continua a leggere

La realtà medica, le cure, la prevenzione razionale

Comincia il nostro approfondimento su #Covid19 tra realtà, narrazione e problemi irrisolti. Il primo appuntamento sarà oggi 3 giugno, h. 21. su “La realtà medica, le cure, la prevenzione razionale”
L’avv. Luca De Netto dialogherà con il dott. Maurizio Rainisio (biostatistico) e il dott. Paolo Gulisano (epidemiologo).
collegamento youtube: https://bit.ly/3bZCRK4
collegamento facebook: https://bit.ly/34tCwew
collegamento instagram: in diretta su www.instagram.com/identitaeuropea

 

Se il farmaco è targato Pfizer allora la cura funziona

Il mantra che continuano a ripeterci è che per il covid non c’è cura. Ma ora che la Pfizer annuncia la sperimentazione di un farmaco dotato di proprietà antivirali ecco che parte il tam tam giornalistico sulla superpillola, che però è solo alla prima fase di sperimentazione. Ma la priorità è stata data ai vaccini mentre tutte le possibili terapie sono state scoraggiate. 

Continua a leggere

Emer Cooke, la scalata di Lady Pharma all’Ema

La recente nomina di Emer Cooke a direttrice esecutiva dell’Ema apre molti interrogativi sul ruolo svolto dall’Agenzia europea del farmaco nella promozione dei vaccini. Il suo curriculum dimostra che non sembrerebbe affatto indifferente agli interessi delle famose Big Pharma​, avendoci collaborato in modo organico in passato. 

Continua a leggere

Vaccini ai bambini: benefici nulli, con l’incubo dei rischi

Da diversi giorni si parla dell’estensione della vaccinazione ai bambini con la Pfizer già in pole position. L’appello di varie associazioni mediche a non procedere con una campagna che non porterebbe nessun beneficio ai piccoli in età pediatrica, ma li esporrebbe al rischio di eventi avversi a lungo termine. 

Continua a leggere

In aumento i contagi tra i vaccinati. Sicuri che funziona?

Contagiati e positivi pur essendo vaccinati. Succede a molti operatori sanitari e l’allarme viene dall’Associazione Nursing Up. Il caso Taormina, con un focolaio in Cardiologia, è solo una delle tante segnalazioni giunte al sindacato. Colpa di qualche infermiere “No Vax”? No, perché medici e infermieri sono tutti regolarmente vaccinati con due dosi. Inutile quindi cercare capri espiatori. Il presidente dell’Associazione denuncia la «non totale efficacia dei vaccini».

Continua a leggere

Vaccini sperimentali o cure? Il giallo del regolamento Ue

I vaccini devono essere utilizzati in via sperimentale solo se non esistono cure alternative. Se esistono valide cure il Comitato deve revocare l’autorizzazione. Un articolo del regolamento Ue del 2006 apre uno squarcio sul tema delle cure da Covid e potrebbe spiegare l’ostinazione del Ministero nel non riformare il protocollo terapeutico domiciliare. Il tutto mentre prosegue il negazionismo sulle vecchie medicine a basso costo e si enfatizzano le speranze su un nuovo farmaco, il Molnupiravir, guarda caso della Pfizer.

Continua a leggere