Archivi autore: admin

DIETRO UN GRANDE UOMO C’È SEMPRE UNA GRANDE DONNA

DIETRO UN GRANDE UOMO C’È SEMPRE UNA GRANDE DONNA: PERSINO DIETRO SHERLOCK HOLMES…

Adoro Sherlock Holmes, il suo modo di investigare, le sue incredibili intuizioni, persino il suo brutto carattere.

Continua a leggere

Eventi avversi da vaccino. Se 80mila vi sembrano pochi

I dati EudraVigilance sugli eventi avversi segnalati per il vaccino Pfizer/BioNtech parlano da soli: 78.305 eventi avversi, di cui 63.897 tra i 18 e 64 anni. Lo Stato con più eventi avversi è l’Italia, con 27.917 casi. 23.082 casi sono stati classificati come “gravi”. E’ sorprendente il modo con cui si è tentato sui media in Italia di minimizzare queste segnalazioni, definendole semplicemente “sospetti” da no vax. Non si tratta di “anti-vaccinismo”, ma di attuare doverose pratiche di sorveglianza per il bene delle persone.

Continua a leggere

Oltre le tenebre. Messaggi di speranza al tempo della pandemia

Il fatidico 2020 che sarà ricordato come “l’anno della Pandemia”, e che è stato indubbiamente un anno di sofferenza per tante persone, è stato anche un’occasione di rinascita per altre. L’elemento cardine che è stato utilizzato da chi ha colto l’occasione di una epidemia per scatenare una vera e propria rivoluzione mondiale, l’esperimento di colossale ingegneria sociale che è ancora in corso finalizzato ad un grande reset della società, della cultura, del lavoro, perfino della religione, è stato ed è ancora la paura. La paura di ammalarsi. Abbiamo visto e vediamo gente morire non per il virus, ma morire di paura. Gente manipolata, controllata, priva di liberà, e purtroppo priva anche di autentiche risposte, alle domande che il grande esperimento può suscitare.

Continua a leggere

Effetti collaterali. L’altra faccia dei vaccini

Gli eventuali effetti collaterali dei farmaci anti-Covid sono sempre stati esasperati per bloccarne l’uso. Ma sui vaccini si usa il metodo opposto, si minimizza. Eppure i primi dati da Italia, Germania e Regno Unito ci dicono che c’è un numero importante di segnalazioni di reazioni avverse. In Italia 7.337 segnalazioni, di cui il 7,6% gravi e anche 13 decessi nelle ore successive alla vaccinazione. Nel Regno Unito addirittura si parla di 173 morti e oltre 70mila reazioni avverse. Va certo verificato il nesso di causalità per tutti i casi, ma il dato è comunque impressionante, la conferma che è in atto una sperimentazione di massa.

Continua a leggere

Vaxticano, obbligo vaccinale è senza basi scientifiche

In Vaticano la Misericordina è finita. O meglio: non è proprio contemplata nei protocolli sanitari del più piccolo Stato del mondo. Il Decreto del Presidente della Pontificia Commissione dello Stato della Città del Vaticano, il cardinale Bertello, “in materia di emergenza sanitaria pubblica”, è estremamente chiaro. Il decreto riprende le misure applicate in gran parte degli Stati europei e in Italia riguardanti il distanziamento, l’uso di dispositivi di protezione, la limitazione alla circolazione. Le violazioni a tali disposizioni sono soggette a sanzioni. Tutto ciò è giustificato dallo stato di “emergenza sanitaria” in cui ci troviamo.

Continua a leggere

Ezra Pound, Poesia contro Usura

Maggio 1945: in una località presso Pisa, un uomo viene rinchiuso settimane in una gabbia d’acciaio delle dimensioni di 1,8 x 1,8 metri, una cella di sicurezza senza servizi igienici e possibilità di ripararsi dal caldo dei giorno e dal freddo della notte. La gabbia è anche  illuminata di notte dai riflettori.

Continua a leggere

Varianti, la nuova parola-chiave della strategia della paura

Il nuovo governo non è ancora operativo ma Walter Ricciardi, il consulente del ministro della Salute e appena nominato membro della Pontificia Accademia per la Vita, già invoca il lockdown totale insieme alla vaccinazione di massa. Non importa se casi e decessi sono in calo, ora si agita lo spauracchio delle varianti per irrigidire ulteriormente le misure di segregazione.

Continua a leggere

Caos vaccini, cercasi ministro capace di cambiare rotta

Il governo Draghi, nato nel pieno della cosiddetta crisi sanitaria, con l’Italia ancora divisa in zone gialle e arancioni, con i lockdown e i coprifuochi ancora vigenti, e una campagna vaccinale che è nel caos organizzativo, è chiamato ad una sfida fondamentale sul tema della salute, che è la questione che sta condizionando ormai da quasi un anno le nostre vite. La scelta del nuovo Ministro della Sanità sarà assolutamente cruciale. L’Italia, come abbiamo già documentato, è uno dei primi Paesi al mondo per tasso di mortalità, segno del fallimento delle strategie di prevenzione e dei protocolli di cura. Molte cose vanno cambiate rispetto a quanto finora fatto da Speranza.

Continua a leggere